Kate Hudson rivela il trattamento cosmetico ‘efficace’ che ha fatto per ’10 anni’ e i fan sono divisi.

Kate Hudson ha rivelato un trattamento cosmetico efficace che ha fatto per 10 anni, dividendo i fan.

Kate Hudson si unisce alla schiera di celebrità che parlano dei trattamenti estetici, aprendosi sull’uso dei laser in un recente post su Instagram. Ma i fan hanno avuto reazioni contrastanti sulla trasparenza della star riguardo alle procedure estetiche.

La 44enne ha pubblicato una serie di foto da uno shooting fotografico (una delle quali in cui Kate posa con una maschera dorata sul viso e anelli con la scritta ALMA) e un video in cui riceve il trattamento laser. Ha commentato il post sponsorizzato: “Sono felice di annunciare la mia collaborazione con ALMA, uso i loro laser da oltre 10 anni e adoro i risultati! Mi unisco solo a marchi che amo veramente e che posso sinceramente raccomandare. I laser Alma fanno parte da sempre della mia routine di bellezza con @nursejamiela. Indolori ed efficaci ☀️ @alma.lasers.international @almalasers_northamerica #almapartner”.

Alma Lasers è un’azienda che offre trattamenti per la pelle con una strategia a doppio laser per il ringiovanimento cutaneo e la guarigione delle cicatrici.

Nonostante l’evidente entusiasmo e positività di Kate riguardo alla collaborazione, i fan hanno avuto reazioni contrastanti. Una persona ha commentato: “Ti stai vendendo. Ti adoro perché pensavo che fossi naturale. Ti adoro comunque, ma questo alimenta le pressioni sulle giovani ragazze di essere perfette”. Un’altra ha scritto: “Cosa c’è di così sbagliato nell’invecchiare🤷‍♀️”. Un altro ha commentato: “Oh, certo, i laser… come se le persone comuni potessero permettersi queste sciocchezze… che barzelletta 😂”.

D’altro canto, alcuni dei suoi fan hanno difeso la scelta della star. Uno ha scritto: “Questi commenti sono così amari. Kate non sta obbligando nessuno a fare questi trattamenti. Fate ciò che volete mentre lei fa ciò che vuole”. Un altro ha scritto: “Tu sei il modello perfetto per loro, la tua pelle è stupenda, sei la prova! Anch’io userò Alma ❤️”.

Un fan sostenitore è stato appassionato dell’onestà e della franchezza di Kate riguardo ai trattamenti che ha ricevuto: “Per le persone che la criticano per questo… capite che ci sono un sacco di celebrità che fingono di invecchiare con grazia e naturalmente. Kate almeno è trasparente su ciò che fa”.

Kate non è l’unica a ricorrere a trattamenti estetici per una pelle più tonica e giovane. Nell’era dei social media, sempre più celebrità parlano delle loro esperienze con i trattamenti. Christie Brinkley ha recentemente pubblicato un video su Instagram in cui lei e il dottor Robert Anolik, dermatologo, spiegano i benefici della tecnologia laser e l’importanza delle scansioni corporee per la prevenzione del cancro della pelle.

Le reazioni al post di Christie sono state più positive, con i fan che hanno riempito i commenti di sostegno alla sua trasparenza riguardo ai benefici estetici e sanitari dei trattamenti laser Fraxel. Una persona ha scritto: “È eccellente su tutti i livelli! La tua volontà di condividere questo e il meraviglioso modo di fare del dottor A. lo rendono un’opzione molto attraente per apparire al meglio e prendersi cura di noi stessi contemporaneamente. 👍👍👍😃❣️”. Un altro ha commentato: “Wow, grazie per la condivisione! Ho sentito parlare di questo laser Fraxel ma ero sempre troppo spaventato dal dolore, ma tu l’hai reso così facile”.

Tutto sommato, i trattamenti estetici sono una scelta personale. La trasparenza delle celebrità riguardo a ciò che fanno per ottenere l’aspetto desiderato dipende in ultima analisi da loro. Che tu lo ami o lo odi, trattare le persone con gentilezza è sempre l’opzione più bella.

Isabella Cavallo è una collaboratrice editoriale freelance presso Prevention. Si è laureata presso l’Università di Binghamton con una laurea in inglese: letteratura e retorica. Isabella ha sviluppato una passione per il giornalismo sulla salute dopo una rara diagnosi e cura del cancro. Quando non scrive, puoi trovarla ad ascoltare musica, giocare a Bananagrams o correre nel Central Park.