Naomi Campbell ha appena liberato il capezzolo in un abito completamente trasparente ricoperto di strass

Naomi Campbell liberates nipple in a fully transparent dress covered in rhinestones

Lasciate che sia Naomi Campbell, che ha avuto una carriera di successo sia in passerella che fuori, a iniziare il Fashion Month con un botto (!!!). La supermodella, che ha indossato praticamente di tutto, dagli abiti di catena ai vestiti attillati, sta tornando alla New York Fashion Week con qualcosa che è intrinsecamente suo.

La sera di martedì, Campbell ha inaugurato la NYFW con la sua prima collezione per PrettyLittleThing, completamente abbagliante (dalla testa ai piedi) e allo stesso tempo sembrava nuda. Chiudendo la sua sfilata in un abito che fa girare la testa, disegnato da lei stessa (e co-progettato da Victor Anate ed Edvin Thompson), ha indossato un vestito nero completamente trasparente ricoperto di strass. Liberando il capezzolo sulla passerella, Campbell non ha indossato altro che biancheria intima nera con l’abito. Ha accessoriato l’abito aderente con orecchini ad anello argento e tacchi neri a punta.

Per quanto riguarda il suo look, ha acconciato i suoi capelli neri corvini lisci e dritti con una riga centrale e ha abbinato un trucco occhi scintillante e drammatico a guance rosate e un incarnato luminoso e sagomato.

Dopo il lancio della sua collaborazione con PrettyLittleThing, la supermodella ha rivelato a People che anche lei – un’icona in passerella – si sente “nervosa”.

“Volevo solo assicurarmi che le ragazze stessero bene, che potessero camminare bene, che tutte fossero forti e composte”, ha detto alla pubblicazione. “Stavo dicendo, ‘Forte, forte, forte, forte’ e ‘sii te stessa, lascia che la tua personalità si mostri'”.

La collaborazione si è concentrata sul sentirsi sicure e a proprio agio in ogni momento, condividendo: “Volevo che mostrassero la loro personalità, ma allo stesso tempo fossero forti”.

Ha concluso dicendo: “Ero più preoccupata per le ragazze, e per come si vedevano e come si sentivano”.