Sandra Bullock è grata per il flusso di sostegno che ha ricevuto dopo la perdita di Bryan Randall.

Sandra Bullock grata per il sostegno dopo la perdita di Bryan Randall.

Sandra Bullock si sente “grata” per il sostegno ricevuto dopo la morte del suo compagno di lunga data, Bryan Randall, avvenuta all’inizio di questo mese.

Secondo una fonte citata da People, l’attrice ha “visto l’incredibile afflusso di sostegno verso la ricerca sull’ALS da quando Bryan se ne è andato”, avvenuto il 5 agosto.

“Era molto importante per lei che quando lei e la sua famiglia hanno reso nota la morte di Bryan, coloro che erano stati in questo percorso con lei e Bryan fin dall’inizio fossero riconosciuti, con il Centro Healey di Mass General a guidare il cammino”, ha detto la fonte. “È così grata a tutti coloro che hanno donato e si rallegra che da qualcosa di così straziante sia scaturito qualcosa di così positivo per gli altri.”

La morte di Randall è stata preceduta da una battaglia privata di tre anni con l’ALS, come precedentemente dichiarato dalla sua famiglia.

“Siamo immensamente grati ai medici instancabili che ci hanno guidato attraverso il percorso di questa malattia e alle straordinarie infermiere che sono diventate nostre coinquiline, spesso sacrificando le loro famiglie per stare con le nostre”, hanno condiviso in quel momento. “In questo momento chiediamo privacy per piangere e per venire a patti con l’impossibilità di dire addio a Bryan.”

People sottolinea che un portavoce dell’Associazione ALS ha dichiarato di aver visto “una raccolta di fondi aggiuntiva di $50,000 da parte dei donatori in onore di Bryan e un aumento di oltre 100,000 nuovi visitatori sul nostro sito web” dopo che la famiglia di Randall ha chiesto donazioni all’organizzazione invece di fiori.

“Siamo grati a tutti coloro che hanno donato e i nostri cuori sono con Sandra e la famiglia di Bryan”, ha condiviso il portavoce. “Abbiamo ancora bisogno di sostegno per rendere l’ALS sopportabile per tutti, ovunque, fino a quando non potremo guarirlo.”