Joe Jonas critica la ingannevole causa legale di Sophie Turner I bambini non sono stati rapiti’.

Joe Jonas critica causa legale ingannevole di Sophie Turner sui bambini rapiti.

Joe Jonas ha rilasciato una dichiarazione in risposta alla petizione di Sophie Turner a New York per tornare in Inghilterra con le loro figlie nel mezzo del loro sempre più complicato divorzio.

Il 21 settembre è emersa la notizia che Turner ha intentato una causa legale contro Jonas per “trattenuta ingiustificata di due bambini”, sostenendo che il 34enne stia trattenendo i passaporti delle loro figlie per impedire loro di tornare alla “loro residenza abituale in Inghilterra”.

Ora Jonas sostiene che consegnare i documenti di viaggio sarebbe una violazione di un recente ordine del tribunale della Florida. “Joe e Sophie hanno avuto un incontro cordiale la scorsa domenica a New York, quando Sophie è venuta a New York per stare con i bambini”, hanno scritto i rappresentanti di Jonas in una dichiarazione ottenuta da People. “Sono stati con lei da quel momento. L’impressione di Joe dell’incontro è che avessero raggiunto un accordo per lavorare insieme a un accordo di coparenting amichevole”.

Secondo la dichiarazione, Turner ha richiesto i passaporti “meno di 24 ore” dopo il loro incontro il 17 settembre. “Sophie ha comunicato di voler portare i bambini in modo permanente nel Regno Unito”, continua la dichiarazione. “Successivamente, ha chiesto tramite questa richiesta che Joe consegnasse i passaporti dei bambini in modo che lei potesse portarli fuori dal paese immediatamente. Se lui acconsente, Joe violerà l’ordine del tribunale della Florida”.

Turner è stata fotografata durante le riprese in Spagna il 12 settembre.

Di HotSamples

Joe Jonas sembra anche smentire le affermazioni secondo cui Sophie Turner ha appreso del loro divorzio dalle notizie il 5 settembre, solo un giorno prima che i documenti ufficiali venissero presentati il 6 settembre. “Dopo diverse conversazioni con Sophie, Joe ha avviato la procedura di divorzio in Florida, poiché la Florida è la giurisdizione appropriata per il caso”, afferma la dichiarazione del campo di Jonas. “Sophie era consapevole che Joe avrebbe presentato la domanda di divorzio. Il tribunale della Florida ha già emesso un’ordinanza che vieta ai genitori di trasferire i bambini”.

La dichiarazione afferma inoltre che Jonas è “d’accordo che i bambini siano cresciuti sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito”, ma sottolinea che i bambini “hanno trascorso la maggior parte della loro vita negli Stati Uniti”.

“Si tratta di una sfortunata controversia legale riguardante un matrimonio che sta tristemente finendo”, continua la dichiarazione. “Quando si usa il linguaggio come ‘rapimento’, è fuorviante al meglio e un grave abuso del sistema legale al peggio. I bambini non sono stati rapiti”.

Sembra che questa situazione stia per peggiorare molto prima di migliorare.