Il rappresentante di Joe Jonas risponde alla causa di Sophie Turner I bambini non sono stati rapiti

Joe Jonas' representative responds to Sophie Turner's lawsuit no children were kidnapped.

Michael Buckner//Getty Images

Il rappresentante di Joe Jonas ha risposto a un rapporto di TMZ che afferma che Sophie Turner ha presentato documenti legali affermando che lui tiene illegalmente i loro figli a NYC e impedisce loro di tornare in Inghilterra con lei.

In una dichiarazione a Page Six, il rappresentante ha detto che Joe credeva che lui e Sophie si sarebbero incontrati domenica per lavorare su una “amichevole collaborazione genitoriale”, ma la “posizione legale dura” presa da Sophie va contro questo.

“Meno di 24 ore dopo, Sophie ha comunicato che voleva portare i bambini definitivamente nel Regno Unito. In seguito, ha richiesto tramite questa denuncia che Joe consegnasse i passaporti dei bambini in modo che lei potesse portarli fuori dal paese immediatamente,” ha detto il rappresentante, aggiungendo che “Joe cerca una genitorialità condivisa con i bambini in modo che vengano cresciuti sia dalla madre che dal padre, ed è ovviamente d’accordo anche che i bambini vengano cresciuti sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito.”

Per quanto riguarda le affermazioni secondo cui Sophie ha scoperto che Joe aveva presentato una domanda di divorzio attraverso i media, il rappresentante di Joe ha detto che lei era “consapevole” che lui aveva intenzione di farlo a causa di “conversazioni multiple”. Hanno anche aggiunto che “Si tratta di una sfortunata controversia legale su un matrimonio che purtroppo sta finendo. Quando viene usato un linguaggio come ‘rapimento’, è al meglio fuorviante, e al peggio un grave abuso del sistema legale. I bambini non sono stati rapiti.”

Il rappresentante ha continuato dicendo che “Joe ha già negato qualsiasi affermazione fatta in suo nome che fosse diffamatoria nei confronti di Sophie. Sono state fatte senza il suo consenso e non sono coerenti con le sue opinioni.”

Mehera Bonner è una scrittrice di notizie sulle celebrità e l’intrattenimento che apprezza Bravo e Antiques Roadshow con uguale entusiasmo. In passato è stata editor dell’intrattenimento per Marie Claire e ha coperto la cultura pop per oltre un decennio.