15 consigli per la masturbazione per migliorare la stimolazione del clitoride

15 consigli per migliorare la stimolazione del clitoride durante la masturbazione

Marina Ryazantseva/Pexels

Con così tante (tipo, TANTE) opzioni di vibratori e altri sexcessori acquistabili in negozio, è facile dimenticarsi del sex toy originale: le tue mani. E mentre ci sono molti modi per usare queste fonti di piacere integrate per soddisfarti, uno dei migliori è sicuramente la buona vecchia stimolazione del clitoride. Non fraintenderci, amiamo i nostri fidati vibratori, ma non sottovalutare mai il potere delle tue dita. Sono davvero un modo affidabile per portare a termine il compito, quindi sapere come stimolare il tuo clitoride in un modo che funzioni per te è una competenza fondamentale da avere nel tuo repertorio di masturbazione.

Qualora te lo fossi perso, il clitoride è praticamente la chiave per massimizzare il piacere sessuale per la maggior parte delle persone di sesso femminile. Secondo la coach sessuale certificata Lucy Rowett, sessuologa clinica, questa zona ricca di piacere vanta 10.000 (sì, 10.000!) terminazioni nervose, il che lo rende un potente centro di sensazioni con un enorme potenziale orgasmico. E considerando che l’82 percento delle persone con una vagina non può raggiungere l’orgasmo solo con la penetrazione, la stimolazione clitoridea è spesso essenziale per le donne e le persone AFAB per provare il climax.

Quando il clitoride riceve l’attenzione che merita, si riempie di sangue, causando l’erezione, spiega l’educatrice sessuale certificata Linnea Marie. “Questo organo del piacere ha una missione principale: portare gioia e piacere al suo proprietario”, dice. Quindi, sì, è praticamente l’epicentro di tutto ciò che riguarda il piacere femminile.

Anche se tutto ciò può far sembrare il clitoride un piccolo ma potente pulsante, è importante notare che c’è molto di più dietro di esso rispetto alla protuberanza all’estremità della vulva. Sì, quella è la parte a cui dedicherai la maggior parte della tua attenzione fisica, ma ciò che vedi all’esterno è davvero solo la punta dell’iceberg. Rowett spiega che i nervi del clitoride si estendono su tutta la vulva e l’area vaginale, il che significa che tutta quella stimolazione esterna va più in profondità di quanto si pensi.

“Il clitoride è composto da tessuto erettile e ha, in media, una superficie equivalente a quella di un pene quando è ingrossato”, dice l’educatrice sessuale e di intimità Irene Fehr, spiegando che il clitoride fa parte di un sistema di organi interni che si uniscono per produrre l’esperienza del piacere sessuale.

Ora, quando si tratta di stimolare il clitoride, non c’è un modo sbagliato di farlo, purché ti dia piacere. Ciò significa anche – e permettici di essere molto chiari – che non c’è assolutamente nulla di sbagliato nell’includere i sex toys nel tuo gioco di stimolazione del clitoride. (Ne parleremo più avanti). Detto questo, a volte si desidera semplicemente soddisfarsi in modo tradizionale e va benissimo anche questo. Ciao, siamo qui per tutto ciò!

Anche se è difficile sbagliare quando si tratta di auto-amore, a volte alcuni consigli e trucchi esperti possono essere utili per iniziare, specialmente se sei nuovo/a al gioco della masturbazione. E anche se sei un/a veterano/a della stimolazione del clitoride, avere nuove idee può essere un ottimo modo per cambiare la tua routine e rendere le cose interessanti. Gli esseri umani prosperano sulla novità, amici!

Quindi permetteteci di presentarvi 15 dei migliori e più incredibili consigli per la stimolazione del clitoride, offerti da alcuni dei principali esperti di auto-piacere al mondo.

1. Prova la stimolazione sensuale

Secondo Fehr, la stimolazione sensuale è un modo per stuzzicare e risvegliare il corpo, in modo che l’eccitazione si accumuli “fino a essere pronta a traboccare in un orgasmo o nel desiderio di avere una penetrazione”. Suggerisce di utilizzare un tocco lento e sensuale su tutto il corpo (non solo sul clitoride) e di iniziare dall’esterno verso l’interno. “Il clitoride e la vagina dovrebbero essere gli ultimi ad essere stimolati”. Suggerisce di muoversi dalle ascelle, al torace e al seno (“senza toccare i capezzoli”), alle cosce interne. Una volta raggiunti i genitali, “inizia con le grandi labbra esterne e muoviti verso l’interno”. Fehr suggerisce anche di variare l’intensità e la velocità del tocco, da leggero a deciso o da lento a veloce. “Andando lentamente, permetti al corpo e alla rete clitoridea di risvegliarsi, di vivere e di gonfiarsi alla sua velocità. Permetti al sistema nervoso di rilassarsi, di sentirsi al sicuro e di aprirsi a molto di più”.

2. Prova a stratificare

Al posto di andare direttamente all’azione, Marie suggerisce di mettere un lenzuolo, una maglietta o un piumino sopra la vulva per una stimolazione più indiretta. “Ci sono persone molto sensibili, quindi questo può rallentare un possibile orgasmo, limitare la sovraccarica sensoriale e aggiungere nuove sensazioni”, spiega. Questo può essere particolarmente utile se trovi che il tuo clitoride sia troppo sensibile per un impatto diretto. Offrire una stimolazione più attenuata può alleggerire la sensazione abbastanza da far sentire le cose piacevoli.

3. Usa dita diverse

Prova a sperimentare con dita diverse e quantità di dita. “Aggiungere e togliere dita può cambiare le sensazioni”, dice Marie. “Usare più dita può aiutare a spalancare la vulva per una maggiore esposizione del clitoride.” Per favore, proviamoci!

4. Prova a concentrarti su un lato

Concentrarti su un lato del clitoride può aiutarti a scoprire nuove aree super sensibili e forme di tocco che possono risultare particolarmente piacevoli, dice Rowett. “Prova a usare il dito medio per accarezzare lentamente il clitoride”, dice. “Il quadrante in alto a sinistra è spesso il più sensibile.” Ovviamente, questo varierà da persona a persona, quindi prova a farlo sia a sinistra che a destra per vedere come ti fa sentire. Puoi anche provare questa tecnica (e tutte le tecniche) con un vibratore.

5. Prova a fare più leggero

A volte andiamo direttamente dalla sensazione zero alla sensazione cento, e non sempre ne abbiamo bisogno. “Ricorda che clitoridi e vulve sono più sensibili dei peni, quindi hanno bisogno di un tocco più leggero e morbido di quello che pensi”, dice Rowett. Prova a cambiare ritmi e pressioni per vedere se un tocco più leggero è qualcosa che ti piace.

    6. Prova il metodo del “segno della pace”

    Questo geniale consiglio viene da Carmel Jones, esperta di sesso e relazioni. Se hai un clitoride molto sensibile, toccarlo direttamente può sembrare una sovrastimolazione, spiega Jones. Per coloro con clitoridi ultra-sensibili, metti due dita in alto come se stessi facendo il segno della pace e premi il segno della pace appena fuori dal clitoride, sulle labbra esterne, suggerisce Jones. Da lì, puoi muovere le dita su e giù (immagina di suonare due tasti del pianoforte) o massaggiare delicatamente le dita insieme e poi separarle. Entrambe queste azioni possono stimolare il clitoride senza un contatto diretto, dice Jones. Per ancora più protezione, Jones suggerisce anche di provare il metodo del segno della pace o altre tecniche di masturbazione su un paio di mutandine o una coperta leggera.

    7. Cerca di stimolare l’intero clitoride, non solo la parte esterna visibile

    Il tuo clitoride è come un iceberg: ci sono molti più nervi sotto la superficie e la parte che puoi vedere e toccare è solo una piccola porzione. Il tuo clitoride si estende attorno all’apertura vaginale ed è modellato un po’ come una furcula. “La maggior parte delle proprietarie di vulva conosce solo la parte superiore del clitoride che di solito viene stimolata per raggiungere l’orgasmo”, spiega Malika O’Neill, esperta di sesso e proprietaria di The Pleasure Collective. Massaggia le tue labbra e l’area proprio sopra le gambe a forma di furcula del clitoride per una stimolazione ancora maggiore. Puoi anche estendere il tuo tocco ancora di più e massaggiare l’apertura vaginale, il perineo (tra la vagina e l’ano), le cosce interne e l’ano, suggerisce O’Neill. Se desideri una sensazione ancora più profonda, O’Neill consiglia di utilizzare un vibratore esterno su quelle aree per cercare di ottenere ancora più godimento dalla tua anatomia.

    8. Usa la pressione per dare al tuo clitoride un mini-masturbazione con la mano

    La pelle che copre il tuo clitoride è il prepuzio clitorideo ed è sostanzialmente come un prepuzio per il tuo clitoride. Puoi anche lavorare sul prepuzio clitorideo durante le tue sessioni di masturbazione. O’Neill suggerisce di afferrare delicatamente la pelle tra il pollice e l’indice e sperimentare con la pressione fino a trovare qualcosa che ti dia piacere. Da lì, puoi provare movimenti diversi come muovere la mano o le dita su e giù. Per aiutarti a visualizzarlo, fondamentalmente stai dando al tuo clitoride una mini-masturbazione con la mano, come spiega O’Neill.

    9. Prova il movimento diagonale

    “Strofinare” il clitoride è una direttiva piuttosto ampia, quindi a volte può essere utile sapere esattamente cosa fare e come muovere le dita o le mani. O’Neill suggerisce di sperimentare il movimento diagonale per un maggiore piacere. “Prendi due o tre dita, appiattiscile e strofina delicatamente il clitoride avanti e indietro con movimenti diagonali, aumentando velocità e intensità come desideri.” Questo può essere ottimo se hai un clitoride sensibile o se vuoi semplicemente cambiare un po’ le cose.

    10. Prova un po’ di lubrificante

    La educatrice sessuale e delle relazioni Kate McCombs suggerisce di mettere una goccia di lubrificante delle dimensioni di una moneta sulle dita e usarlo per massaggiare delicatamente il clitoride. Puoi anche mettere le dita su entrambi i lati del clitoride e muoverle lentamente su e giù sulle tue grandi labbra, ovvero le pieghe di pelle che circondano immediatamente il clitoride. Il lubrificante ti permette di rallentare e concentrarti davvero su movimenti lisci e continui in modo da capire cosa ti piace. Non a tutti piace l’attrito!

    11. Prova movimenti circolari

    Alcune donne trovano che la costanza, piuttosto che l’aumento del ritmo, sia ciò che le fa eccitare. Per testare questa teoria, usa uno o due dita per fare cerchi costanti intorno o sulla parte superiore del clitoride. Puoi variare la velocità, ma una volta trovato qualcosa che ti piace, cerca di continuare per qualche minuto e vedi cosa succede.

    12. Prova leggeri tocchi

    Una variazione di quanto detto sopra: sempre costante, ma questa volta, in modo tap. Questo può stancare la mano dopo un po’, ma ti permette di giocare con la pressione. Ti piacciono tocchi che si sentono un po’ più pesanti, come una sfregata, o più leggeri, come una fresca brezza oceanica qui per regalarti orgasmi fantastici?

    9. Prova il doppio ritmo.

    Questa strategia proviene da OMGYes, un sito dedicato a capire come le donne si eccitano. Prova a usare entrambe le mani. Una mano fa cerchi lentamente all’ingresso della tua vagina senza penetrare, mentre l’altra fa cerchi sul tuo clitoride più velocemente. L’aumento della varietà di sensazioni potrebbe essere esattamente ciò di cui hai bisogno

    10. Prova a farlo sulla pancia.

    Metti giù la cosa, ruotala e ribaltala. Se sei una persona a cui piace sfregare il clitoride contro una superficie (#TBT frottage a secco), potresti voler vedere cosa succede quando ti masturbi a pancia in giù sul tuo letto. In questo modo puoi ancora usare le mani, ma sarai anche libero di strofinarti contro il materasso o un cuscino per un po’ di oomph extra.

    11. Prova un vibratore.

    Alla fine della giornata, i vibratori sono un’ottima opzione per le persone che si stancano le mani o, diciamocelo, se hai unghie lunghe. In sostanza, i vibratori sono per tutti. Sono A++++ per sperimentare perché la maggior parte dei giocattoli in questi giorni varia sia nella velocità che nel modello di vibrazione. Puoi trovare una fantastica lista di vibratori centrati sul clitoride proprio qui. (Assicurati solo che il tuo sia completamente carico prima di iniziare.)