Odio dirlo l’app Trova il mio potrebbe danneggiare la tua relazione

App Trova il mio potrebbe danneggiare relazione

Khadija Horton//Getty Images

L’app Find My potrebbe essere utile nel rintracciare un telefono perso (o la tua migliore amica scomparsa dopo tre sorsi di una serata fuori), ma anche se è utile, potrebbe danneggiare le tue relazioni romantiche.

Mentre condividere la posizione con il tuo partner può essere ottimo per motivi di sicurezza, come quando andate in vacanza insieme o uno di voi fa una passeggiata notturna, può anche danneggiare la fiducia tra voi se non viene utilizzato in modo sano (come quando sei ossessionato dal controllarlo come se fosse il tuo lavoro). Naturalmente, ci sono diversi aspetti in questo: lo stile di attaccamento e la storia della tua relazione possono rendere più difficile avere un accesso costante alla posizione del tuo partner senza provare ansia, paranoia o persino gelosia. (Ne parleremo più avanti). E anche se ci sono molte persone in grado di utilizzare correttamente Find My, non è così semplice per tutti. Un minuto stai controllando se il tuo partner è tornato a casa in sicurezza, e il minuto successivo ti sei convinto che ti tradisca con il cassiere di Wegmans e non che, non so, stia solo facendo la spesa.

Anche se non sei così paranoico e ansioso come gli altri (io, ciao), la condivisione della posizione potrebbe comunque far scaturire insicurezze perché hai creato spazio per supposizioni inutili. “C’è molto spazio per fraintendimenti”, afferma l’esperta di relazioni Jessica Alderson, co-fondatrice dell’app di incontri So Synced.

E anche se non esiste una risposta universale su cosa funzionerà meglio per ogni relazione, abbiamo chiesto consigli a veri esperti su come decidere cosa potrebbe funzionare per la tua e come sviluppare abitudini più sane nel processo.

Come la Condivisione della Posizione Può Danneggiare la Tua Relazione?

È complicato. Se il tuo partner ha tradito in passato o è stato disonesto riguardo a quello che sta facendo per motivi che sembrano loschi (cioè non perché sono segretamente usciti per comprarti una sorpresa), ha senso che tu abbia più voglia di controllarlo spesso. Ma potrebbe essere come mettere un cerotto su problemi di fiducia più profondi che erano già presenti e che devono ancora guarire.

“Se non puoi fidarti che qualcuno stia facendo quello che dice di fare, allora probabilmente non dovresti stare in una relazione con lui”, afferma la terapista di coppia Kati Morton, LMFT. Rendersi conto che non riesci a smettere di controllarlo potrebbe farti capire che non ti sei ancora ripreso da quello che è successo in passato. Un terapista di coppia qualificato può aiutarti a farlo in una zona sicura e senza giudizio.

Ma anche se il tuo attuale partner non ti ha mai dato motivo di dubitare di lui, la condivisione della posizione può comunque causare conflitti e ansia se hai avuto esperienze negative in relazioni precedenti. Un ex ti ha tradito o mentito? Stai ancora guarendo da una relazione, romantica o meno, che ti ha reso difficile fidarti delle persone? Tutto questo gioca un ruolo.

“Avere costantemente accesso alla posizione del partner può portare a pensare troppo o a provare gelosia se un partner si focalizza sulle attività dell’altro”, afferma Alderson. “Per lo stesso motivo per cui non è sano ossessionarsi sui post dei social media di un partner, non è sano ossessionarsi nemmeno sulla sua posizione.” Quando hai informazioni limitate, come in questo scenario, è facile trarre conclusioni sbagliate, aggiunge.

Ora, solo perché hai la posizione del tuo partner non significa che inizierai automaticamente a spiare il suo tragitto quotidiano. Se non fa parte della tua natura e il tuo partner non ha mai piantato dubbi in te, potresti essere in grado di condividere permanentemente le posizioni in modo sano. Ma se non hai ancora risolto i problemi di fiducia che il tuo ex ti ha gentilmente lasciato con le tue cose, o se ti ritrovi a controllare costantemente la posizione del tuo partner “per sicurezza”, potresti essere meglio non introdurre affatto la condivisione della posizione nella tua relazione, dice Morton.

Qual è il Ruolo del Tuo Stile di Attaccamento?

Un ruolo importante! In breve, ci sono quattro stili di attaccamento: sicuro, ansioso, evitante e disorganizzato. Questi stili derivano da come le persone hanno imparato a formare relazioni durante la loro giovinezza. Gli stili ansiosi e evitanti sono considerati stili di attaccamento “insicuri”, mentre il disorganizzato è una combinazione di ansioso ed evitante. L’educatrice sessuale Lucie Fielding, autrice di Trans Sex: Approcci Clinici alle Sessualità Trans e agli Impegni Erotici, ha precedentemente detto a HotSamples che i quattro stili di attaccamento “rappresentano alcuni dei modi in cui le persone risolvono innatamente i conflitti o rispondono alle minacce o al disagio percepiti”.

Anche se hai una storia di appuntamenti impeccabile e il tuo attuale partner non ha mai nemmeno dato un’occhiata a un’altra persona, potresti comunque trovarti a usare ossessivamente Find My per fare supposizioni sulle loro attività. In tal caso, potresti avere uno stile di attaccamento ansioso.

Secondo Alderson, le persone con questo stile di attaccamento sono “altamente sensibili alle dinamiche delle relazioni e cercano rassicurazioni dai loro partner su base regolare”, spiega. “Le persone con attaccamento ansioso tendono ad avere livelli elevati di ansia e alti e bassi emotivi in una relazione. Mentre qualcuno con questo stile di attaccamento potrebbe pensare che la condivisione della posizione sia un ottimo modo per ricevere quella costante rassicurazione e alleviare la loro ansia, spesso ha l’effetto contrario.

“Potrebbero ritrovarsi a ossessionarsi sul luogo in cui si trova il loro partner o a riflettere su pensieri che stanno tradendo”, dice Alderson. “È importante che le persone con uno stile di attaccamento ansioso siano consapevoli di questo rischio e sappiano che può portare a conseguenze indesiderate se non viene gestito correttamente.”

D’altra parte, coloro che hanno uno stile di attaccamento evitante tendono a tenere i partner a distanza e potrebbero sentirsi intrappolati dal solo pensiero che il loro partner abbia anche la loro posizione. Anche questo non è produttivo, dice Alderson. “Potrebbero vederlo come un modo per essere controllati o monitorati.”

La pressione del tuo occhio vigile potrebbe innescare la loro tendenza alla fuga. Potrebbero anche iniziare a riflettere su ogni loro mossa, non per colpa di ciò che stanno facendo, ma per paura di come ogni passo sarà percepito dal loro partner. Questo può, comprensibilmente, influire sulla loro salute mentale, che a sua volta può influire sulla loro relazione.

Se il tuo partner si rifiuta di condividere la sua posizione e questo suona campanelli d’allarme nel tuo cervello, fai una conversazione sul perché, perché la loro decisione di non accettare quella richiesta di Find My non è necessariamente un segnale di pericolo. Potrebbe essere semplicemente un limite che si stanno imponendo, il che significa che è probabilmente il momento giusto per arrivare a un compromesso sano.

La condivisione della posizione può influire sul romanticismo nella tua relazione?

Risposta breve: sì! L’attrazione dipende da diversi fattori, tra cui il mistero e la spontaneità, soprattutto all’inizio della relazione. È ciò che mantiene vivi quei brividi e il desiderio di una maggiore connessione. Una volta che aggiungi Find My alla relazione, può eliminare una parte di tutto ciò perché già conosci ogni dettaglio della loro giornata prima ancora che te lo dicano. Non c’è niente di male nel comfort in una relazione, ma il comfort senza eccitazione può contribuire a una dinamica monotona, facendola sentire meno sexy e romantica, dice Alderson. “Se una coppia conosce sempre la posizione dell’altro, c’è meno spazio per la sorpresa e la relazione può iniziare a sentirsi eccessivamente familiare.”

Non solo può eliminare quella sana dose di intrigo così critica quando si costruisce una chimica con qualcuno, ma può anche farti dubitare delle loro intenzioni, anche quando sono totalmente pure. Forse sono passati da un nuovo ristorante di cui hai detto che volevi andare a fare una prenotazione o a organizzare una sorpresa. Non solo è completamente svanita ora che li hai visti lì, ma ora ti stai chiedendo perché diavolo ci sono andati senza di te, perché ci sono andati in generale, con chi sono andati, e altro. È una spirale che avrebbe potuto essere facilmente evitata se non avessi controllato in primo luogo.

Quindi… significa che non dovresti condividere mai la posizione?

Non necessariamente! Significa semplicemente che potresti aver bisogno di imparare come può essere la condivisione sana della posizione per te. Chiediti se puoi gestirlo in base alla tua storia e al tuo stile di attaccamento, quindi apri la conversazione con il tuo partner. Come si sentono? Sono a loro agio nel condividere la loro posizione con te? Sono a loro agio nell’avere accesso alla tua?

“Per alcune persone, condividere permanentemente la loro posizione con il partner può superare una linea e possono sentire che è una violazione della loro privacy. È comprensibile voler stabilire dei limiti”, dice Alderson, aggiungendo che i comportamenti in una relazione non sono necessariamente “sicuramente sani o malsani”, ma piuttosto si tratta di “preferenze personali e delle dinamiche che entrano in gioco tra due persone.”

Puoi anche considerare un compromesso felice e condividere temporaneamente la posizione per motivi di sicurezza, quando hai bisogno di trovarli in un luogo affollato o in qualsiasi altra situazione in cui ha senso. Sarà diverso per tutti perché nessuna due relazioni – o persone, o situazioni – sono uguali. Forse scoprirai che è meglio semplicemente non condividere mai la posizione. Trovare quel punto di equilibrio richiede una comunicazione aperta tra te e il tuo partner – e talvolta, magari anche un terapeuta di coppia imparziale – in modo da potervi preparare per una relazione sana, amorevole e priva di ansia.