Tutto ciò che hai sempre voluto sapere su Tory Burch e il suo brand

Tutto su Tory Burch e il suo brand

Tory Burch potrebbe essere stata lanciata solo agli inizi degli anni 2000, ma il marchio è rapidamente diventato uno dei più riconoscibili nella moda americana, se non mondiale, grazie al suo logo double-T distintivo e ai suoi design senza tempo. Nel corso degli ultimi due decenni, il marchio ha sviluppato prodotti di alta qualità e lusso a prezzi più accessibili rispetto ad alcuni concorrenti, al fine di essere accessibile a una varietà di clienti.

Con Burch stessa alla guida, il marchio era originariamente conosciuto per il suo stile preppy e bohémien, ma recentemente si è orientato verso un’estetica più contemporanea pur mantenendo la sua versatilità. L’assortimento è iniziato con un abito tunica, ma si è evoluto in una collezione di borse, scarpe, gioielli e abbigliamento pronto da indossare. Numerose celebrità, da Oprah a Kate Middleton, sono fan e hanno contribuito a trasformare Tory Burch nell’azienda iconica che è oggi.

Allora chi è Tory Burch e come ha costruito il suo marchio omonimo? Ecco tutto ciò che devi sapere.

Chi è Tory Burch?

Tory Burch è nata nel 1966 a Valley Forge, in Pennsylvania. Crescendo, la designer era una autodefinita maschiaccio, ma il suo interesse per la moda è stato stimolato quando sua madre le ha comprato un vestito di Yves Saint Laurent per il ballo di fine scuola superiore. Burch ha poi studiato storia dell’arte all’Università della Pennsylvania prima di trovare lavoro con Zoran, un designer jugoslavo, a New York.

“Ho chiamato Zoran a freddo”, ha detto Burch a Business of Fashion nel 2012. “Un uomo davvero interessante e un designer eccezionale. Mia madre indossava i suoi abiti. Mi ha detto: ‘Puoi avere un lavoro, ma devi iniziare tra una settimana’. Quindi una settimana dopo essermi laureata, mi sono trasferita a New York e ho iniziato una vera immersione nella moda. È stato un periodo molto interessante”.

Dopo il suo lavoro con Zoran, Burch ha continuato la sua formazione nel campo della moda lavorando come assistente di sedute per Harper’s Bazaar. Ha anche lavorato in PR e pubblicità per importanti marchi di moda come Ralph Lauren e Vera Wang prima di decidere di avviare il suo marchio.

Quando è stata fondata Tory Burch?

Il negozio Tory Burch a Malibu, California.

Nel 2004, Burch ha lanciato il suo marchio (originariamente TRB by Tory Burch) dopo aver scoperto uno spazio aperto per prodotti di lusso accessibili nel mercato della moda. Oltre a fondare il marchio, ha anche aperto la sua prima boutique al 257 di Elizabeth Street nel quartiere Nolita di New York. Sebbene Burch abbia dichiarato a Business of Fashion che ha fatto ciò “contro il consiglio di molte persone”, la boutique è stato un successo completo. Alla fine del primo giorno di apertura, quasi tutto l’inventario del negozio era esaurito. Una delle ragioni per cui ha avuto tanto successo, dice, è perché la designer ha creato un’esperienza per i clienti incentrata sull’estetica del suo marchio.

“Si poteva vedere chi eravamo immediatamente, semplicemente entrando in un ambiente che potevamo rendere esattamente come volevamo, dal branding alla candela che bruciava alla musica che suonava”, ha detto. “È stata davvero un’esperienza e volevamo che il cliente la sentisse fin dall’inizio”.

Il ex marito della designer, Chris Burch, è stato co-fondatore del marchio, ma si è ritirato dal business dopo il loro divorzio nel 2006 ed ha successivamente venduto la sua quota nell’azienda, secondo The Hollywood Reporter.

L’origine dell’iconico logo di Tory Burch

È possibile identificare facilmente un marchio semplicemente guardando il suo logo, e il doppio simbolo iconico di Tory Burch è uno dei più riconoscibili. In un’intervista del 2014 con CBS News, Burch ha spiegato che, nonostante le prime resistenze, il design attuale del logo è stata la sua prima e unica scelta.

“Ho lavorato con un’azienda su questo, ma ho dato loro indicazioni e ho detto che volevo che fosse basato sulle ‘T'”, ha detto all’outlet. “Non ero interessata a un logo tradizionale. Volevo che fosse più un elemento di design e ispirato da David Hicks, un interior designer degli anni ’60 e ’70”. Ha ricordato che l’azienda ha presentato “forse 200 opzioni”, ma lei ha preso subito una decisione “emotiva”.

“È stato il primo e unico che ho scelto e tutti gli altri hanno fatto commenti su di esso. Penso che sia una cosa positiva da dire agli imprenditori, seguite il vostro istinto e intuito e ascoltate consigli ma abbiate anche un punto di vista definitivo”, ha detto Burch.

Tory Burch, marchio di lusso accessibile

Dall’inizio, i prodotti di Tory Burch sono stati commercializzati come articoli di lusso accessibili. Mentre i prodotti del marchio possono certamente essere considerati investimenti e possono costare da $100 a $1,000, sono pensati per essere senza tempo e accessibili a una gamma di clienti.

“Abbiamo sicuramente una clientela molto diversificata”, ha detto Burch a Business of Fashion. “Abbiamo molte ragazze delle scuole superiori e università, dove è un’aspirazione. Ma poi abbiamo una clientela di stilisti che ci indossa, magari per abbinarci al suo guardaroba di stilisti. Abbiamo una ragazza del centro e una ragazza dell’alta società. Ci sono molte diverse generazioni. E quello che amo di questo è che lo indossano in modi diversi”.

Cosa è meglio conosciuto di Tory Burch?

Tory Burch è conosciuta per il suo stile preppy e bohemien, con prodotti che vanno dai capi d’abbigliamento di base ai pezzi di tendenza. Ma sono i loro articoli più classici che hanno davvero messo il marchio sulla mappa della moda.

Nel 2006, il marchio ha lanciato le iconiche ballerine Reva, che prendevano il nome dalla madre di Burch. Il design è evoluto nel corso degli anni, ma include sempre una forma semplice e il logo T caratteristico. Attualmente, le ballerine Minnie e Claire sono le più simili al design originale.

Un’altra scarpa amata del marchio è il sandalo Miller, che è stato lanciato anche nel 2006. Classico e semplice, questo infradito è conosciuto per avere un logo oversize sulle cinghie. Il marchio ora offre una collezione Miller che include uno stile per tutti, dal design minimalista originale a un’opzione con tacco basso.

Oltre alle scarpe, la collezione di borse del marchio è un pezzo importante dell’eredità di Tory Burch. La Kira è una borsa a tracolla trapuntata che rappresenta l’estetica senza tempo e versatile del marchio. Con il logo al centro, questa borsa è offerta in diversi design, tra cui una borsa a tracolla per fotocamera e un portafoglio a catena.

I fan celebrità di Tory Burch

Nel 2005, Burch è apparsa nello show di Oprah Winfrey, dove Winfrey l’ha definita “la prossima grande cosa nella moda”. Il programma ha presentato una sfilata di prodotti Tory Burch, che ha contribuito ad aumentare la popolarità del marchio. La designer ha detto a Harper’s Bazaar che il giorno successivo hanno registrato “8 milioni di visite sul nostro sito web”.

Tory Burch continua ad avere un posto speciale tra le celebrità, con nomi come Kate Holmes, Emily Ratajkowski e Sydney Sweeney che indossano spesso i suoi capi. Quindi, non sorprende che le prime file alle sue sfilate siano piene di celebrità di alto profilo, tra cui Lori Harvey e Ashley Graham.

Tuttavia, è forse Kate Middleton a aver spinto il marchio a un altro livello di notorietà. Lei è un’affezionata indossatrice del marchio, indossando vari capi di Tory Burch per svolgere i suoi doveri reali. Nel 2022, Middleton ha indossato un abito floreale blu del marchio durante il suo tour reale dei Caraibi e lo stile si è immediatamente esaurito.

L’evoluzione del marchio Tory Burch

Tory Burch e suo marito Pierre-Yves Roussel nel 2019.

Burch è stata amministratore delegato e direttore creativo del suo marchio dal 2004 al 2019, quando ha ceduto la sua posizione di amministratore delegato a suo marito, Pierre Yves Roussel. Roussel era precedentemente amministratore delegato del LVMH Fashion Group a Parigi.

Mentre alcuni presumevano che a Burch fosse difficile rinunciare alla sua posizione di amministratore delegato, ha rivelato alla cantante Saweetie in un’intervista per Interview Magazine che in realtà era esattamente il contrario.

“Lasciare la gestione del business è stata la migliore decisione che abbia mai preso”, ha detto. “La gente mi chiede se sia stato difficile rinunciare al titolo di amministratore delegato e la risposta è no, perché mio marito è un esperto in tutto ciò con cui ho difficoltà”.

Burch ora opera come presidente esecutivo e direttore creativo del marchio, concentrandosi sull’orientare i design dei prodotti dell’azienda in una direzione più contemporanea. Ha dichiarato a L’Officiel Malaysia che prima di assumere suo marito, impiegava solo “forse il 30%” del suo tempo nel processo creativo. “Ma da quando Pierre-Yves è entrato a far parte, mi ha permesso di dedicare tutto il mio tempo alla creatività”, ha detto. “È un cambiamento diverso e quasi una reinvenzione per me personalmente”.

La Fondazione Tory Burch

Julianne Moore, Monisha Henley e Tory Burch al Summit Embrace Ambition del 2022.

Nel 2009, Burch ha fondato la Fondazione Tory Burch per aiutare e sostenere imprenditrici donne attraverso programmi di borse di studio, risorse online e opportunità di finanziamento. Secondo il loro sito web, hanno fornito oltre 95 milioni di dollari di finanziamenti a imprenditrici donne e oltre 2 milioni di dollari di sovvenzioni a fondatrici donne di colore.

“Quando ho lasciato il mio lavoro nella moda e nelle relazioni pubbliche, sapevo che volevo aiutare donne e bambini. Sono sempre stata affascinata dall’idea di unire business e scopo”, ha rivelato Burch in un episodio del podcast In Her Shoes. “Il piano era quello di avviare un marchio globale in modo da poter creare una fondazione, ma sono stata praticamente derisa dagli investitori potenziali e dalle persone che mi dicevano che non avrei dovuto considerare nulla di legato al business o al sociale nella stessa frase. Sono tornata alla mia intuizione, ed è stato attraverso il processo di avvio dell’azienda che ho imparato a progettare”.

La fondazione ha lanciato il Summit Embrace Ambition nel 2017 per affrontare i doppi standard che le donne affrontano in tutti i settori. Tory Burch vende anche una collezione in cui il 100% dei proventi netti delle vendite è destinato al lavoro della fondazione.

Dove si trova Tory Burch in vendita?

Ci sono oltre 300 negozi Tory Burch in tutto il mondo. Alcune delle attuali sedi includono Los Angeles, Toronto e Parigi. È inoltre possibile acquistare le collezioni del marchio dal loro sito web ufficiale toryburch.com oltre che presso vari grandi magazzini come Nordstrom, Saks Fifth Avenue, Neiman Marcus e Net-A-Porter.