Come guardare tutti e tredici (!) film di Halloween in ordine

Come guardare tutti e tredici film di Halloween in ordine' - How to watch all thirteen (!) Halloween movies in order.

Dun dun dun… dun dun dun…. Dun dun dun… Sentite quella musica? È il familiare suono della sinfonia spettrale al pianoforte di John Carpenter. Esatto, è finalmente arrivato il momento di guardare il classico della stagione spaventosa, Halloween. Ma quale Halloween fa per voi? Ci sono più sequel di quanti si possano contare con una mano, senza contare tutti i vari spin-off e prequel.

Fortunatamente, non avete bisogno di una laurea in psichiatria – come il nostro personaggio ricorrente preferito, il dottor Loomis – per capire come guardare questi film. Abbiamo le spalle coperte. Halloween è, come avrete capito, ambientato nella festa omonima. Tutto ha inizio con un ragazzo molto malvagio, Michael Myers, che – senza dire una parola – uccide a sangue freddo la sua sorella maggiore. Myers si basa su un ragazzo reale che Carpenter ha visto in un istituto mentale che ha visitato per un compito scolastico. Lo sguardo di malvagità negli occhi del ragazzo lo ha perseguitato da allora. Se avete appena sentito un brivido corrervi lungo la schiena, non siete soli.

Halloween è diventato il punto di riferimento per i film slasher. Michael Myers, il killer indistruttibile, l’atmosfera suburbana e la colonna sonora inquietante si mescolano per creare la ricetta dello stufato perfetto. Non sorprende che il primo Halloween sia molto apprezzato nella maggior parte delle classifiche dei film horror, ma cosa dire degli altri film? Non potete definirvi fan di Michael Myers se non li avete visti tutti. (Sì, questo include Halloween: Resurrection!) Quindi prendete la vostra maschera inquietante di Michael Myers e correte attraverso tutti e 13 i film di Halloween con noi, sperando che un giorno ci saranno più film da aggiungere alla lista.

Halloween (1978)

È l’originale. L’indiscutibile capolavoro della serie. Il film ci presenta Laurie, che sembra coinvolta casualmente con Michael Myers (di cui parleremo tra un attimo). Lui inizia a perseguitarla, con l’intento di ucciderla, ma come suggeriscono i vari film, Laurie non si arrende senza combattere. Tra tutte le scream queen là fuori, Jamie Lee Curtis è quella da battere.

Halloween II (1981)

Inizia quasi subito dopo il primo, Michael e Laurie si affrontano di nuovo – questa volta, con una vera e propria lotta in ospedale. E sebbene nessuno dei due ne esca indenne, il destino di una figura centrale si conclude… almeno per ora.

Halloween III: Il signore della notte

Per i puristi, questo film è spazzatura, in gran parte perché non presenta nemmeno Michael Myers. Per gli amanti dell’horror, è diventato un cult come l’unico film autonomo della serie. C’è la stregoneria, Stonehenge e pubblicità televisive. Fateci quello che volete.

Halloween 4: Il ritorno di Michael Myers

Come, beh, la maggior parte dei quarti episodi (eccetto Land Before Time, che è una serie perfetta), Halloween 4 vi lascerà delusi. Come suggerisce il titolo, vede il ritorno di Michael Myers, ma passa la maggior parte del tempo a cercare di ricreare l’atmosfera del primo film senza successo.

Halloween 5: La vendetta di Michael Myers

Bravo a Donald Pleasance per aver presumibilmente inserito un contratto per più film nel suo contratto.

Halloween: La maledizione di Michael Myers

Per essere sinceri, siamo ancora in discesa qui, ma Donald Pleasance torna come dottor Loomis, offrendo un po’ di continuità. Questo film vede anche Paul Rudd nel ruolo di Tommy, il ragazzo che Laurie Strode faceva da babysitter nel primo film.

Halloween H20: 20 anni dopo

Una buona notizia: la linea temporale riparte con Halloween H20, che è un nome oggettivamente terribile per un film soggettivamente decente. Seguendo gli eventi di Halloween II del 1981, il film porta di nuovo Jamie Lee Curtis, insieme a una lista di attori emergenti del 1998. Michelle Williams! Josh Hartnett! Joseph Gordon Levitt! Voglio dire, c’è anche LL Cool J. Questa è una festa.

Halloween: Resurrection

Michael Myers viene decapitato (e sopravvive). Laurie Strode viene gettata da un edificio (e muore – dopo 24 anni nella serie??). Capite voi.

Halloween (2007)

Rob Zombie ha davvero detto: “Prenderò questo concetto e creerò il mio universo”. Classico Rob. Una sorta di reinterpretazione basata sull’originale, Halloween riesce a dare a Michael Myers un po’ più di retroscena (e si concentra molto sul fatto che Laurie Strode sia la sorella di Michael), ma non ha avuto veramente possibilità di superare l’originale.

Halloween II (2009)

Per qualche motivo, Octavia Spencer e Weird Al Yankovich sono in questo sequel. Questo è tutto quello che riesco a ricordare perché il resto della mia mente è totalmente inzuppato di sangue e violenza che supera il resto del film.

Halloween (2018)

Nel reboot del 2018, Myers e Strode si affrontano ancora una volta. Rielaborando la linea temporale, questo Halloween incorpora solo il primo film nella sua trama. Dopo tutti questi anni, Laurie è ancora tormentata dal fatto che Michael sia là fuori, anche se la sua famiglia pensa che sia pazza. Ma va bene… finché lui non ricompare davvero.

Halloween Kills

Seguendo il successo straordinario del reboot del 2018, Halloween Kills ha superato le aspettative e ha incassato oltre 131 milioni di dollari al botteghino. Anche se sembrava che Myers fosse letteralmente bruciato nell’incendio di quella casa, lui è tornato e Laurie Strode ha qualcuno al suo fianco che non ha mai avuto prima: Judy Greer.

Halloween Ends

Halloween si è davvero concluso nel finale della trilogia più recente di Michael Myers diretta da David Gordon Green? Lo dubitiamo! Ma questo non ha impedito a Jamie Lee Curtis di dichiarare che questa sarà la sua ultima apparizione nella serie horror come la “resa dei conti finale”.

Justin Kirkland è uno scrittore con sede a Brooklyn che si occupa di cultura, cibo e del Sud. Oltre a HotSamples, i suoi lavori sono stati pubblicati su NYLON, Vulture e USA Today.

Sirena He è un assistente editoriale e scrittore che si concentra sui media e la cultura. È amante dei film horror e crede nel potere curativo della narrazione.