Dovresti essere sotto l’effetto dei funghi per credere che Trump stia battendo Biden di 20 punti tra i giovani elettori.

Per credere che Trump stia battendo Biden di 20 punti tra i giovani elettori, dovresti essere sotto l'effetto dei funghi.

Scott Olson//Getty Images

Nel fine settimana, ABC e il Washington Post hanno pubblicato i risultati di un sondaggio che ha fatto sembrare entrambe le operazioni come se i loro risultati fossero il prodotto di un esercizio di un mese con una Sfera Magica 8. Il modo in cui sai che è stato un imbarazzo è che il Post ha iniziato la storia sul sondaggio dicendoci tutti che dovremmo probabilmente ignorarlo completamente.

Il sondaggio Post-ABC mostra Biden che sta dietro Trump di 10 punti percentuali in questa fase iniziale del ciclo elettorale, anche se il notevole margine del vantaggio di Trump in questo sondaggio è significativamente in contrasto con altri sondaggi pubblici che mostrano la contesa elettorale generale in una situazione di stallo virtuale. La differenza tra questo sondaggio e gli altri, così come la composizione insolita delle coalizioni di Trump e Biden in questo sondaggio, suggerisce che probabilmente è un caso isolato.

Inoltre, anche:

Analizzando alcuni dei livelli di sostegno tra diversi gruppi demografici e politici emerge anche il motivo di cautela su questo risultato. Ad esempio, nel nuovo sondaggio, gli uomini preferiscono Trump al 62 percento contro il 32 percento, con un margine di 30 punti. A maggio, il margine di Trump tra gli uomini era di 16 punti. Tra gli elettori di età inferiore ai 35 anni, Trump guida Biden nel nuovo sondaggio Post-ABC di 20 punti. Alcuni altri recenti sondaggi pubblici mostrano che Biden vince questo gruppo con un margine compreso tra sei e 18 punti. Nel 2020, Biden ha vinto gli elettori di età inferiore ai 35 anni con una doppia cifra. Tra gli elettori non bianchi, il sondaggio mostra che Biden è in vantaggio di nove punti. In altri quattro sondaggi pubblici, il vantaggio di Biden tra gli elettori non bianchi varia da 12 a 24 punti.

Bisognerebbe essere sotto l’effetto di funghi per credere che l’ex presidente* conduca il presidente attuale di 20 punti tra i votanti più giovani. Alcuni di questi numeri sono così bizzarri che sarebbe giustificato chiedersi perché il Post e ABC abbiano pubblicato i risultati invece di cercare di capire quale fantasma fosse in gioco nella macchina e poi mettere un altro in campo. I media si sono troppo dipendenti dai sondaggi interni da decenni ormai. Spesso, sembra all’osservatore occasionale che i sondaggi interni siano solo un altro modo per coprire la corsa dei cavalli, che è stata al centro del marciume secco che affligge la nostra copertura politica. Questo è solo un altro esempio.

Charles P Pierce è l’autore di quattro libri, l’ultimo dei quali è Idiot America, ed è un giornalista dal 1976. Vive vicino a Boston e ha tre figli.