Quanto spesso tagliare i capelli, secondo gli stilisti

Frequenza taglio capelli secondo stilisti

Se sei come me, i tuoi capelli sono forse il tuo tesoro di bellezza più prezioso. E quando si valorizza qualcosa così tanto, è naturale volerlo mantenere. Ma la domanda è, come mantenere i tuoi capelli al meglio a lungo termine? Sebbene il trattamento del colore possa svolgere un ruolo, in generale dipende da quanto spesso dovresti tagliare i tuoi capelli.

Secondo il parrucchiere delle celebrità Sunnie Brook, con quale frequenza tagli i capelli dipende dal tuo stile di vita, dalla tua routine quotidiana per i capelli e dagli obiettivi generali per i capelli. “Se hai i capelli corti e una forma decisa, potresti voler andare dal parrucchiere ogni quattro settimane; se usi strumenti caldi ogni giorno per lo styling, probabilmente dovrai andare dal parrucchiere ogni sei otto settimane”, dice. “Anche se stai facendo crescere i capelli, andare dal parrucchiere ogni sei otto settimane e farsi fare un taglio leggero e una “pulizia di superficie” manterrà lontane le doppie punte e renderà i capelli sani e lucidi”.

Utili come sono queste linee guida, sono semplicemente un punto di partenza. Per capire davvero i tuoi capelli e ciò che serve per mantenerli al meglio, leggi la nostra guida definitiva su quanto spesso dovresti tagliare i capelli.

Incontra l’esperto

  • Sunnie Brook è una parrucchiera delle celebrità che ha lavorato con star come Ashley Park ed Elisabeth Moss.
  • Eddie Cook è un parrucchiere delle celebrità con sede a Los Angeles.
  • Kiley Fitzgerald è una parrucchiera delle celebrità che ha lavorato con Kaia Gerber e Sabrina Carpenter.

Quanto spesso tagliare i capelli

Quanto spesso dovresti tagliare i capelli dipende molto da come trattieni i tuoi capelli. Se sei qualcuno che lascia i capelli asciugare all’aria, potresti notare che i tuoi capelli rimangono lisci e senza danni per settimane. Se, tuttavia, asciughi o lisci i capelli ogni giorno della settimana, probabilmente noterai che i tuoi capelli diventano inclini al crespo man mano che passano le settimane tra un taglio e l’altro. Questo perché il trattamento con il calore può causare danni e i danni significano ciuffi e crespo.

Poi c’è il fattore della crescita. A seconda dell’acconciatura e dello stile scelto, i capelli più lunghi potrebbero non funzionare, il che significa che potrebbero essere necessari tagli più frequenti per mantenere il tuo look.

In generale, Cook dice che pianificare un taglio di capelli ogni sei otto settimane è il consenso generale per mantenere le ciocche in forma e sane. “A seconda dei tuoi obiettivi, potresti voler andare prima o aspettare e arrivare alla marca delle 12 settimane – questo vale per tutti i tipi e le texture dei capelli”, dice. “Se vuoi mantenere la lunghezza, allora 12 settimane fanno al caso tuo; se hai un caschetto o un taglio corto in cui la forma del tuo taglio è l’aspetto, è importante rimanere più nel range delle 6 settimane per mantenere il look”.

Rifiniture vs. Tagli

Ogni volta che metti forbici, cesoie o una lama sulle tue ciocche, le tagli. Detto questo, alcune persone considerano un taglio un’esperienza più completa rispetto a una semplice rifinitura leggera. Secondo Fitzgerald, una rifinitura non è altro che rimuovere le punte secche e ritoccare la forma intorno al viso. Un taglio, d’altra parte, è un modo per abbracciare uno stile completamente nuovo o dare una forma drastica al tuo taglio attuale.

“Faccio due tagli di capelli veri e propri all’anno, poi rifinisco e ritocco le ciocche davanti ogni tanto per dargli vita”, rivela Fitzgerald. Ma è diverso per tutti e dipende in definitiva dalla complessità dello stile scelto. “Ho alcuni clienti che si fanno solo rifiniture e i loro capelli sono lentamente cresciuti e allungati nel tempo. Poi ho alcuni clienti che tagliano tre o quattro centimetri due volte all’anno, e basta”.

Con questo in mente, Fitzgerald sottolinea che, nella sua esperienza, le persone che colorano o usano prodotti termici per lo styling dei capelli ogni giorno tendono ad avere bisogno di tagli (piccoli ritocchi) più frequenti a causa dei danni causati dallo styling quotidiano. Nel frattempo, dice che i suoi clienti che non fanno molto ai loro capelli – quelli che adottano un approccio lavaggio-e-via – tendono a tagliare tre o quattro centimetri due volte l’anno (senza ritocchi intermedi) per mantenere il loro stile. Questo, naturalmente, è solo un altro promemoria che quanto spesso tagliare i capelli è davvero soggettivo.

Tuttavia, se sei bloccato sul concetto di taglio di capelli rispetto a un ritocco, considera questo: “Un ritocco consiste semplicemente nel rimuovere i capelli danneggiati o cresciuti dal tuo stile originale”, dice Brook. “Definirei un taglio come uno stile specifico e un design personalizzato”. Quindi, ad esempio, se hai strati lunghi con poche doppie punte, potresti volerle tagliare; se hai strati lunghi ma vuoi adottare un taglio bob sfilato o un taglio alla moda, un taglio completo farà al caso tuo.

Qualunque cosa tu faccia, però, non assumere che un ritocco richiederà meno tempo di un taglio, o che costerà drasticamente di meno. “In termini di ritocco o taglio, entrambi richiederanno lo stesso tempo di appuntamento, ma un ritocco implica più un rimodellamento o che desideri rimuovere il minor numero possibile di capelli”, dice Cook.

I benefici dei ritocchi rispetto ai tagli

Indipendentemente da come tagli i tuoi capelli, che sia un ritocco o un taglio più ampio, puoi aspettarti certi benefici. “Il ritocco aiuta i capelli a avere più forma e corpo, rende più facile spazzolare i capelli, previene i nodi e fa apparire e sentire i capelli più freschi”, dice Fitzgerald. Inoltre, se hai capelli mossi o ricci, Brook dice che i ritocchi regolari possono aiutare i capelli a mantenere meglio la forma, il corpo e il volume, il che li rende più gestibili nel complesso.

Il principale vantaggio di tagliare i capelli, nel senso di adottare completamente un nuovo stile o rinfrescare drasticamente quello attuale, è che modella i tuoi capelli in base alla forma del tuo viso e al tuo stile personale, dice Brook. In questo modo, può farti sentire una persona completamente nuova.

Tagliare i capelli favorisce la crescita?

C’è una convinzione comune che tagliare (o ritoccare) i capelli regolarmente porti a capelli più lunghi. Sebbene sia un mito, Cook ci assicura che i tagli e i ritocchi regolari sono fondamentali per mantenere capelli sani e pieni. Questo perché anche il più piccolo ritocco ha la capacità di rimuovere le doppie punte prima che si spezzino, mitigando danni più profondi ai capelli.

Detto questo, se stai cercando modi per favorire capelli più lunghi e più forti, ci sono alcune cose che puoi fare. “La crescita dei capelli inizia con la cura del cuoio capelluto e la manutenzione, che sia l’applicazione di oli prima del lavaggio o uno scrub per il cuoio capelluto una volta alla settimana se usi molto lo shampoo secco: cuoio capelluto sano, capelli sani”, dice Cook.

Un altro modo per migliorare la salute dei capelli, e di conseguenza la lunghezza, è prendersi cura dei capelli con gli strumenti e i prodotti che si utilizzano. Ad esempio, l’utilizzo di un trattamento protettivo rinforzante, come l’IGK Body Language Plumping and Thickening Mist ($29), può dare risultati. Questo spray volumizza i capelli e offre protezione termica fino a 450°F, aiutando a prevenire la rottura e l’opacità. Parlando di calore, anche con uno spray protettivo, è utile utilizzare un asciugacapelli di alta qualità progettato per limitare gli effetti dannosi del calore sui capelli, come il Dyson Airwrap™ Multi-Styler Complete Long ($600) – che ora è disponibile in una nuova versione rosa, blu e arancione Ceramic Pop – e il Shark FlexStyle Air Styling & Drying System per capelli lisci e mossi ($300).

Stai cercando modi per migliorare la tua routine di asciugatura all’aria? Una semplice cosa come cambiare il tuo asciugamano può migliorare notevolmente l’aspetto e la consistenza dei tuoi capelli. Invece di un classico asciugamano di spugna, opta per un asciugamano in microfibra ultra morbida, come l’Aquis Flip Hair-Drying Tool ($50), che è meno probabile che agganci i tuoi capelli e li rompa.

Un altro scambio? I tuoi pennelli! Quando i capelli sono bagnati, è meglio usare una spazzola appositamente progettata per capelli bagnati, come la Tangle Teezer Ultimate Detangler Hairbrush ($16), in quanto scivolerà più facilmente tra i capelli, causando meno tiraggio e rotture nel processo. Su capelli asciutti, la scelta migliore è una spazzola delicata ma efficace con setole di cinghiale o setole miste, come la Emi Jay Pink Sugar Mini Boar Bristle Brush ($42) o la Virgo Flat Brush ($48). Sono progettate per districare e levigare i capelli, migliorando anche la lucentezza. Cosa c’è di meglio di questo?

La conclusione

In definitiva, la discussione sul taglio dei capelli è un po’ una questione di linguistica: entrambi implicano la rimozione delle punte per migliorare il volume e la salute generale dei capelli. “È ottimo tagliare regolarmente le punte dei capelli per mantenere la salute e la densità e è particolarmente utile per gestire i danni causati dal colore e dagli strumenti termici”, afferma Cook. E il bello è che quando si fanno tagli regolari, non solo si eliminano le punte danneggiate, ma si prevengono anche rotture più gravi in futuro.