Gisele Bündchen ha detto di essere solo sopravvissuta prima del divorzio da Tom Brady.

Gisele Bündchen ha sopravvissuto solo prima del divorzio da Tom Brady.

Gisele Bündchen si sta aprendo sulla sua vita dopo il divorzio da Tom Brady. In un’intervista imminente con Lee Cowan per CBS News Sunday Morning (in onda il 24 settembre), la supermodella ha confessato che sebbene non rimpianga di essersi sposata con la stella del football, si trova in uno spazio mentale migliore ora che non sono più insieme.

“Sono in un posto diverso nella mia vita. Sono in grado di scegliere di più ciò che voglio”, ha detto riguardo al suo stato di single. “Penso che prima stessi sopravvivendo, e ora sto vivendo, cosa che è diversa.”

Quando le è stato chiesto se cambierebbe il fatto che si siano divorziati, Gisele ha risposto: “Penso che non sia quello che ho sognato e sperato. I miei genitori sono sposati da 50 anni, e volevo davvero che accadesse anche a me”, aggiungendo: “Ma penso che tu debba accettare che a volte, nella tua ventina, a volte crescete insieme, a volte vi allontanate.”

Gisele ha continuato dicendo: “È il padre dei miei figli. Quindi gli auguro sempre il meglio, e sono così grata che mi abbia dato dei meravigliosi bambini.” La ex coppia ha un figlio, Benjamin, di 13 anni, e una figlia, Vivian, di 10 anni.

Nell’ottobre 2022, Gisele e Tom hanno presentato la richiesta di divorzio dopo 13 anni di matrimonio. Gli ex coniugi hanno confermato la notizia con dichiarazioni separate pubblicate sulle loro storie di Instagram. Da parte sua, la modella ha scritto: “Con grande gratitudine per il nostro tempo insieme, Tom ed io abbiamo concluso amichevolmente il nostro divorzio. La mia priorità è stata e continuerà ad essere i nostri figli, che amo con tutto il mio cuore. Continueremo a essere genitori insieme per dar loro l’amore, la cura e l’attenzione che meritano molto.”

Ha concluso la sua nota affermando che sebbene la decisione di separarsi non fosse “facile”, sentiva che fosse necessaria poiché si erano lentamente “allontanati”.